#BegbieOnTour ep. 15 – Resta solo la Coppa Pizzeria

Coppa Pizzeria 2017 Berlino

Tavecchio, Ventura, l’Italia eliminata dalla Svezia, il declino del calcio italiano, le rose con troppi stranieri, i vivai, le squadre B, la Serie A a 18 squadre, i cross di Candreva, i commenti tecnici di Zenga. Davvero avete bisogno della qualificazione dell’Italia al Mondiale come pretesto per uscire a bere in compagnia o per organizzare una grigliata d’estate?

Da due edizioni personalmente, e da tre su queste pagine (prima di proseguire consiglio il resoconto degli ultimi due anni: 2015, 2016), c’è almeno un’altra ragione per fare tutto questo: la Coppa Pizzeria!

Coppa Pizzeria 2017 Berlino

Cos’è? Lo trovate scritto nel dettaglio nei due precedenti articoli, in ogni caso si tratta di un torneo internazionale due contro due organizzato ogni anno a Berlino, in cui il calcio fondamentalmente è un’attività marginale. Regolamento molto creativo e variabile, campo asimmetrico e privo di linee laterali, oltre a menzogne, falsità e tradimenti. Non a caso lo slogan dell’edizione 2017 è: “Molti nemici, molti amici”.

Coppa Pizzeria 2017 Berlino molti nemici molti amici

L’avventura nel torneo

Ammetto che stavolta ho anche provato vigliaccamente a saltare il gala alcolico del venerdì per conquistare almeno un passaggio del turno nel torneo di domenica, ma il sorteggio per i Begbies, anche quest’anno, non è stato particolarmente clemente (grazie Palazzo!). Gli avversari sono due cristoni tedeschi allenati e in perfetta salute psicofisica che mangiavano pure frutta nel pre partita, mentre noi stavamo già alla seconda/terza birra a mezzogiorno.

Coppa Pizzeria 2017 Trainspotting
Qui una foto prepartita.

Il risultato è un 2-1 (o forse 3-1?) bugiardo, frutto di episodi che ci hanno sfavorito ben oltre i nostri demeriti. Almeno questo è ciò che mi sto raccontando da mesi ispirandomi al maestro Mazzarri.

Coppa Pizzeria 2017 Berlino Pippo Maniero

Per il resto vorrei tanto farvi un resoconto più approfondito delle partite che si sono disputate dopo, ma onestamente, tolta la massima stima per la maglia del Venezia anni ‘90 de Le Serenissime (Pippo Maniero state of mind), i fumogeni e i Balilla, la memoria è quella che è.
Non perché siano passati diversi mesi, ma per la quantità di alcol. Riguardando le foto nello smartphone, comunque, ne ho trovata una che forse può riassumere più o meno tutto il weekend.

Coppa Pizzeria 2017 Berlino Jesus and Mary Chain

Perché la verità è che si possono fare tutti gli articoli di storytelling possibili sul vivaio della Germania o su altri mille progetti irrealizzabili in Italia, o tutti i meme di Löw che si scaccola, ma il calcio, almeno per me, si avvicina di più a una sfida tra Jesus and Mary Chain contro due piselli gonfiabili, un po’ di birra e una grigliata con gli amici.
Cosa? Non ditemi che preferireste un Germania-Francia a una cosa del genere. Decisamente meglio continuare a girare per le strade di Berlino con “L’italiano” Toto Cutugno a palla, o cenare a un vietnamita vegano indecente per obbligo/tradizione. Il clima del Mondiale, alla fine, è anche questo. E fanculo la Svezia.

Coppa Pizzeria 2017 Berlino

 

 

 

 

 

FEEERMI. Per essere precisi, ho anche dei brevi flash di memoria su alcune partite a biliardino (calcio balilla) in cui è stata messa in palio una medaglia della Coppa Pizzeria a fine torneo. E lì “mi conoscete, non sono certo il tipo di stronzo che si lascia pregare (sembro la copia di Paul Newman a proposito), la partita è stata mia”.

Coppa Pizzeria 2017 Berlino

FacebookTwitterGoogle+tumblrLinkedInPinterestStumbleUponDiggEmail
Commenti
Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie. Maggiori informazioni | Chiudi