Hans-Wilhelm Müller-Wohlfahrt Bayern Monaco Germania Dottore Bundesliga Robben creste di gallo

La forza del Bayern Monaco? Uno sciamano! Il confine tra doping e leggenda

Difficilmente The Begbie Inside si collega ad episodi di attualità, ma dopo aver visto il Bayern Monaco alzare la Supercoppa Europea, è parso inevitabile scrivere di uno dei “punti di forza” più curiosi e ricchi di mistero della formazione tedesca.
La genialità tattica di Guardiola? L’estro di Robben e Ribery? Assolutamente no. Il medico sociale, lo sciamano Hans-Wilhelm Müller-Wohlfahrt.
71 anni compiuti, ma all’apparenza quasi venti di meno, come se avesse scoperto il filtro dell’eterna giovinezza, il Dott. Müller-Wohlfahrt è dalla stagione ‘76-‘77 nello staff del club bavarese e dal 1996 in quello della Nazionale tedesca (guardacaso l’anno in cui risale l’ultimo trofeo vinto dalla Nationalelf). Non è alla sua lunga e fedele militanza, comunque, che il Dottore deve la sua fama internazionale, piuttosto ai suoi metodi di cura top secret a dir poco non convenzionali ma di successo.
Intrugli, creste di gallo, sangue di vitello, fluido ricavato da pinne di squalo e molto altro: follie o pozioni miracolose che hanno rilanciato la carriera di calciatori e sportivi di tutto il mondo.
Chiedetelo a Jürgen Kohler, che impose Müller-Wohlfahrt come medico personale anche ai tempi della Juventus, o più recentemente ad Arjen Robben, noto prima del suo arrivo al Bayern Monaco per le sue ginocchia di cristallo. Ma anche a Usain Bolt, che si è rivolto allo sciamano tedesco prima di incantare alle Olimpiadi, o a Giorgio Chiellini e Simone Pepe, anche loro sottoposti ai poteri taumaturgici di Herr Doktor (sebbene la mancanza di talento non sia curabile).
Tutti coloro che hanno avuto modo di rivolgersi alla sua clinica, situata in un palazzo del XII secolo nel centro di Monaco, parlano di un ambiente all’avanguardia ma inquietante al tempo stesso, con medici vestiti rigorosamente con un lungo camice bianco, alla stregua del laboratorio del Dr. Frankenstein o di quello di Arancia Meccanica. A questo proposito, c’è anche chi accusa il Dott. Müller-Wohlfahrt di trattamenti illegali, doping e stregoneria, come il direttore dell’Agenzia antidoping statunitense Travis Tygart, ma non è esattamente ciò di cui vuole parlare questo articolo. La prossima volta che guarderete una partita del Bayern Monaco, o viene inquadrata la panchina di Guardiola, però, ricordatevi di lui. Lo sciamano, lo stregone, o semplicemente il medico sociale della squadra, a seconda che vogliate credere a questa storia con alone di leggenda oppure no, sarà sempre lì nella sua area di competenza.

FacebookTwitterGoogle+tumblrLinkedInPinterestStumbleUponDiggEmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei + 13 =