Essere Vágner Love CSKA Mosca Flamengo Corinthians Monaco Shandong Luneng soprannome sesso playbloy

Essere Vágner Love: quello che… il calcio è solo un pretesto

Se sei brasiliano, hai le treccine colorate, giochi e vivi in Russia per quasi dieci anni, ti chiami Vágner Silva de Souza ma sei soprannominato Vágner “Love”, forse il calcio non è esattamente il tuo interesse primario.
Certo puoi segnare caterve di gol, essere decisivo per la tua squadra e meritarti diverse presenze in Nazionale, ma forse per te tutto questo non è poi così fondamentale.
Ricordo ancora il monologo del film Febbre a 90′, di quanto il calcio fosse così importante nella vita di Paul Ashworth, ma forse per te non è così.

Non c’è nulla di sbagliato, sia chiaro, non sempre il posto di lavoro coincide con la massima aspirazione di ognuno di noi, ma la parabola professionale di Vágner Love è quantomeno singolare.

Dai 18 ai 20 anni, Vágner Love si mette in mostra con la maglia del Palmeiras. E non poteva che partire proprio da un club con un “porco” come mascotte la sua ascesa nel calcio che conta. Segna 27 gol in 42 partite e il CSKA Mosca decide di acquistarlo per circa 6 milioni di euro.

Saudade? No, “le ragazze russe hanno il viso più bello del mondo”

Essere Vágner Love CSKA Mosca Flamengo Corinthians Monaco Shandong Luneng soprannome sesso playbloy

Catapultare un ragazzo di 22 anni da San Paolo a Mosca può avere un impatto non da poco sulla sua carriera. Sono tantissimi i calciatori promettenti che hanno fallito da quelle parti. Thiago Silva su tutti. La “Saudade” può giocare brutti scherzi, ma non per Vágner Love. Inizia a segnare e non si ferma più. Anzi, in un’intervista sulla sua esperienza a Mosca qualche anno dopo spiegherà: “E’ stata un’esperienza grandiosa per me. Le ragazze russe hanno il viso più bello del mondo. Anche se non sono stato con un gran numero di russe (dipende sempre cosa intendiamo per grande numero, ndr). Ci sono anche queste ragazze che creano una sorta di competizione tra di loro. ‘Sono stata con questo, sono stata con quell’altro’. Sono molto esigenti e vogliono un po’ di fama. Sono molto curiose riguardo ai ragazzi di colore. Spesso si organizzavano anche delle orge. Per un gruppo di sei uomini c’erano almeno otto donne”.

Essere Vágner Love CSKA Mosca Flamengo Corinthians Monaco Shandong Luneng soprannome sesso playbloy

Nella prima stagione segna 9 volte in 12 partite, ma è forse l’anno successivo, il 2005, a consacrarlo come idolo della squadra russa, contribuendo alla vittoria della Coppa Uefa contro lo Sporting Lisbona. In Russia vince 14 trofei dal 2004 al 2013 (124 gol in 260 presenze), alternati da qualche sporadico ritorno in prestito in Brasile per provare ad ottenere la convocazione per il Mondiale 2010.

La “Saudade” per Vágner Love, di fatto, si farà sentire soltanto quando gli stimoli per la consacrazione con la Seleção verranno a mancare. Stimoli compensati, però, in un’altra maniera. “Prima di andare per la seconda volta in prestito al Flamengo mi sentivo davvero solo a Mosca. Non c’erano brasiliani nella squadra. Spesso chiedevo di restare a casa, ma a casa non c’era molto da fare, quindi facevo sesso tutto il tempo. Per questo ero sempre così calmo e rilassato in campo. Devo dire che tutto questo mi manca. Intendo fare sesso ogni giorno. Se non c’è la possibilità ripiego comunque con lo smartphone, il computer, l’immaginazione…”.

Essere Vágner Love CSKA Mosca Flamengo Corinthians Monaco Shandong Luneng soprannome sesso playbloy

Inutile spiegare il motivo per cui il suo primo matrimonio sia naufragato. Il suo secondo però, con Lucilene Pires, coincide quasi, guardacaso, con il suo addio definitivo alla Russia.

“Se resto una settimana in ritiro senza sesso spiego a mia moglie che sono come Spider-Man”

In ogni caso il suo passaggio allo Shandong Luneng nel 2013 non modifica totalmente l’essenza di Vágner Love. Certo le treccine colorate piano piano spariscono per fare spazio ad una capigliatura più castigata, ma le perle raccontate in un’intervista a ‘Playboy’ da parte del giocatore restano. “Quando resto in ritiro per una settimana spiego a mia moglie che sono come Spider-Man. Ho bisogno di buttare la mia ragnatela sul muro. Non so se mi spiego”. Due anni in Cina si traducono in 19 gol in 31 presenze, a cui seguiranno nella stagione 2015-2016 le 13 reti in 29 gare con il Corinthians.

A gennaio 2016 il Monaco si accorge di lui e decide di metterlo sotto contratto. A vederlo il giorno della presentazione sembra quasi l’ombra dello sciupafemmine sessodipendente di qualche anno fa, anche se pare non abbia perso il vizietto del gol. Forse è la moglie, forse ha messo la testa a posto, forse è la volta buona anche se un pochino tardi, o forse semplicemente il calcio per lui sarà sempre… solo un pretesto.

Essere Vágner Love CSKA Mosca Flamengo Corinthians Monaco Shandong Luneng soprannome sesso playbloy

FacebookTwitterGoogle+tumblrLinkedInPinterestStumbleUponDiggEmail
Commenti